BOLLETINO DEL 15 SETTEMBRE 2019

DOMENICA 15 SETTEMBRE 2019
24º DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO
10:00
S. Messa con intenzioni comunitarie
Cesare COZZI e Defunti della famiglia
Vincenzo CIRCELLI / la figlia Josie
Agostino BATTISTI / la figlia Olga
Michelina FRANCESCHINI-DI SANO / il marito
Pietro IANNANTUONO / la moglie Maria
Genitori defunti DEL RE e IANNANTUONO / Maria D.R .
Carmela PELOSI-FERRO / la nipota Incoronata
Rosina e Luigi VALLETTA / la figlia Clelia
Francesca SILLA / i figli
Maria RICCIARDI-MONACO / la figlia Carmela

Lunedì 16 settembre: Ss. Cornelio e Cipriano mm
NESSUNA MESSA

Martedì 17 settembre: S. Roberto Bellarmino
19:30 Italia GRASSO-GISONDI/ la famiglia
1.mo mese della morte

Mercoledì 18 settembre:
NESSUNA MESSA

Giovedì 19 settembre: S. Gennaro vesc. E M.
19:30 S. Messa con intenzioni comunitarie
Defunti della famiglia REINO / da Gelsomina
Antonio MONGELLO / Maria Patuto
Leo & Elvira MARIOTTI
Armando & Antonietta FARINA / il figlio Jo e famiglia

Venerdì 20 settembre: Ss. Martiri Coreani e S. Eustachio
8:30 Armando & Antonietta FARINA / il figlio Jo e famiglia
9:00 Adorazione Eucharistica

DOMENICA 22 SETTEMBRE 2019
10:00
S. Messa con intenzioni comunitarie
Vincenzo CIRCELLI / Maria Patuto
Valentino SEVERINI / la moglie Maria
Lidia e Umberto BATTISTELLI / la figlia Maria
Nonni di Lidia e Giorgio ANDREANI
Ringraziamento al Signore / Amelia Pacifico.
Stanislao GORIUP / la moglie Maria e figli
Maria e Emidio MATRICARDI / i figli Giuseppe e Antonio
Pasquale PATUTO / Immacolata Caltagirone

Colletta domenica e buste festa SDS
8 settembre:
$ 1990.00 Grazie. Thank you
“Facciamo festa, perché mio figlio era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato”. (Lc 15,24)

VITA PASTORALE
21 settembre:
S. Matteo ap.
29 settembre: Messa e Pellegrinaggio alle ore 15 a l’Oratorio San Giuseppe

MESSA E PELLEGRINAGGIO AL’ORATORIO SAN GIUSEPPE CON LE COMUNITÀ ITALIANE
P. Jean-Pierre invita tutti ad unirsi a lui domenica 29 settembre 2019 al’Oratorio San Giuseppe. La S. Messa Eucaristica sarà celebrata da Padre Pierangelo Paternieri alle ore 14. P. Padre Jean-Pierre ha prenotato un autobus di scuola che partirà alle ore 12:45 davanti la chiesa e tornerà alle ore 17:15. Il prezzo è di 10$ a persona. Tutti sono i benvenuti. Si prega di venire all’ufficio per registrare la vostra presenza. Telefono dell’ufficio (514-351-5646).

DOMENICA 15 SETTEMBRE
“Si avvicinarono a lui tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano: Costui riceve i peccatori e mangia con loro. Allora egli disse loro questa parabola…” (Lc 15,1-2).
A un uditorio di mormoratori Gesù racconta le tre parabole dei perduti ritrovati. Quale nuova idea di Dio ci rivelano? Tra tutte le parabole sono indubbiamente le più sconvolgenti perché ci insegnano anzitutto che Dio si interessa di ciò che è perduto e che prova grande gioia per il ritrovamento di ciò che è perduto. Inoltre, Dio affronta le critiche per stare dalla parte del perduto: il padre affronta l’ira del figlio maggiore con amore, con pace, senza scusarsi. Gesù affronta le critiche fino a farsi calunniare, critiche che si riproducono continuamente e quasi infallibilmente. Perché tutte le volte che la Chiesa si ripropone l’immagine di Dio che cerca i perduti, nasce il disagio. E ancora, Dio si interessa anche di un solo perduto. Le parabole della pecorella perduta e della donna che fatica tanto per una sola dramma perduta, hanno del paradossale per indicare il mistero di Dio che si interessa anche di uno solo perduto, insignificante, privo di valore, da cui non c’è niente di buono da ricavare. Ciò non significa evidentemente che dobbiamo trascurare i tanti, però è un’immagine iperbolica dell’incomprensibile amore del Signore. Per questo l’etica cristiana arriva a vertici molto esigenti, che non sempre comprendiamo perché non riusciamo a farci un’idea precisa della dignità assoluta dell’uomo in ogni fase e condizione della sua vita (da Perché Gesù parlava in parabole , EDB-EMI 1985, pp. 125ss)
.
La Parola di Dio ci invita a riprendere il cammino, a osare questo salto di qualità e adottare questa saggezza del distacco personale come base per la giustizia e per la vita di ognuno di noi: perché insieme possiamo combattere tutte quelle idolatrie che ci portano a focalizzare la nostra attenzione sulle ingannevoli sicurezze del potere, della carriera e del denaro e sulla ricerca di glorie umane. – Papa Francesco –

Buona Domenica

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *