BOLLETTINO DEL 21 MARZO 2021

 

QUINTA DOMENICA DI QUARESIMA

10:00    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Pasquale e Tony CELLI / la famiglia

Vittoria BORSELLINO / Antonina Libertella

Maria Teresa MASTROMONACO / la figlia Giuseppeina

Michelina FRANCESCHINI-DI SANO / la sorella Lina

Luigi BRUNI / la moglie Cristina e i figli

Armando e Antonietta FARINA/ il figlio Joe e famiglia

l’Anima del purgatorio

 

Lunedì 22 marzo:   NESSUNA MESSA

Martedì 23 marzo:    S. Turibio da Mongrovejo vesc.

 9:00    Cesare BERNOLA  / colletta funerale

Mercoledì 24 marzo:  

9:00    Bruno GAGLIARDI  / i nipoti Tonia e Pasquale Grasso

Giovedì 25 marzo:  Annunciazione del Signore

9:00     S. Messa con intenzioni comunitarie

            Genitori defunti di Carmela PATUTO/ Antonina Libertella

            Vincenzo CIRCELLI / Antonina Libertella

            Suora Giuliana Aceto / Maria Patuto

            Oscar BILONGI / Gina e Giovanni  Secondo

            Rosina TOMEI / Gina e Giovanni Secondo

            Clara KING  / i figli

 

Venerdì 26 marzo:               

8:30    Adorazione Eucharistico                 

9:00    Armando e Antonietta FARINA / il figlio Joe e famiglia

9:30    Via Crucius

 

Sabato 27 marzo:                

 9:00    Enrico PALUZZI / i figli e famiglie

17:00    English Mass

                                                                                                                                                            

DOMENICA DELLE PALME                      

DOMENICA 28 MARZO 2021

10:00    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Pasquale e Tony CELLI / la moglie Maria

Rosalia MICELE / Antonina Libertella

Maria PAOLETTI-SORRINI (5mo. Anniversario) / la famiglia

Franco TUTTINO / Antonina Libertella

Anna DI FEBO /  i genitori

Genitori defunti di Michele e Amelia PACIFICO 

Colletta domenicale:                14 marzo 2021:             $ 267.10

Fammi giustizia, o Dio, difendi la mia causa contro gente spietata;  liberami dall’uomo perfido e perverso.  Tu sei il Dio della mia difesa. (Sal 41,1-2)     Grazie/Thank you

Vita Pastorale    

Nota  :         Il governo del Québec, d’intesa con la Direzione

della sanità pubblica, ha appena annunciato l’apertura dei luoghi di culto è possibile per 10 partecipanti, oltre a relatori liturgici e tecnici.

Contrariamente a quanto precedentemente in vigore, la Sanità Pubblica afferma che non è possibile aggiungere piccoli gruppi in stanze adiacenti alla chiesa, anche con un ingresso separato, né per le Messe (10 partecipanti, esclusi i relatori), né per i funerali (25 partecipanti, esclusi i relatori liturgici).

 

Commento sul  ANNUNCIAZIONE DEL SIGNORE                                                             lachiesa Liturgia del giorno

         Ciò che colpisce, nell’Annunciazione, è che una “religione pura” esige un dialogo vivente e costante fra       Dio e ogni uomo. Qui Dio ha pronunciato la sua ultima    Parola a Maria, perché si compissero le parole che, nella   storia di Israele, erano state dette ad Abramo, a Mosé   e ai profeti. Essi avevano ascoltato e obbedito; lasciarono entrare nella loro vita la Parola di Dio, la fecero parlare nelle loro azioni e la resero feconda nel loro destino.
      I profeti sostituirono alle loro proprie idee la Parola  di Dio; anche Maria lasciò che la Parola di Dio si sostituisse    a quelle che erano le sue convinzioni religiose. Di fronte  alla profondità e all’estensione di questa nuova Parola, Maria “rimase turbata”. L’avvicinarsi del Dio infinito deve sempre turbare profondamente la creatura, anche se, come Maria, è “piena di grazia”.
      Assolutamente straordinario è poi che questo Dio non solo si avvicina a Maria, ma le offre il proprio Figlio eterno perché divenga il suo  Figlio.  Come  è  possibile  che  il  “Figlio dell’Altissimo” diventi suo Figlio? “Lo Spirito Santo scenderà su di te”. Come scese sul caos, in occasione della creazione, lo Spirito Santo scenderà su Maria e il risultato sarà una nuova creazione. L’albero appassito della storia fiorirà di nuovo. “Maria disse: Eccomi sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto”. Nell’Annunciazione si ha il tipo di dialogo che il Padre del nostro Signore Gesù Cristo vorrebbe avere con ciascuno di noi. L’esperienza di Maria a Nazaret sottolinea questa verità per tutto il popolo di Dio. Il suo “sì” in risposta all’offerta divina e il cambiamento drammatico di vita che ne sarebbe seguito, mostrano che la venuta di Dio in mezzo a noi esige un cambiamento radicale.
       Ma, cosa più importante, l’Annunciazione a Maria ci pone di fronte ad una grande verità: ognuno di noi ha avuto un’“annunciazione” personale. Sto esagerando? No di certo. Se esaminate la vostra vita passata, troverete un’esperienza che è stata decisiva; forse non ebbe allora conseguenze immediate, o almeno non vi sembrò, ma, ripensandoci adesso, vi accorgete che è stata fondamentale, sia essa la scuola che avete frequentato, un libro che avete letto, un discorso che avete ascoltato, una frase delle Scritture che vi ha colpito, gli amici a cui vi siete sentiti uniti o un ritiro che avete fatto. Era il Dio di Maria di Nazaret che si annunciava a voi. Voi avete dunque avuto una “vostra” annunciazione. E se non avete risposto “sì”, o se avete pronunciato soltanto un “sì” timido? Basta riconoscere l’annunciazione ora e cercare di recuperare il tempo perduto, vivendo per Dio e per gli altri.
“Eccomi sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto”.

PREGHIERA A MARIA SANTISSIMA                                   

O Vergine santa, che l’angelo Gabriele salutò “piena di grazia” e “benedetta tra tutte le donne”, noi adoriamo il mistero ineffabile dell’Incarnazione che Dio ha compiuto in te.  L’amore ineffabile che porti al frutto benedetto del tuo seno, 

ci è garanzia dell’affetto che nutri per noi, per i quali un giorno il Figlio tuo sarà vittima sulla Croce.   La tua annunciazione è l’aurora della redenzione e della salvezza nostra.  Aiutaci ad aprire il cuore al Sole che sorge e allora il nostro tramonto terreno si  muterà in alba immortale.

Amen.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *