BOLLETTINO DEL 27 GIUGNO 2021 TREDICESIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

10:00    S. Messa con intenzioni comunitarie  

 Nicola, Lisa e Marcello GIANDOMENICO / Maria Cozzi

Anna  GIACOMOBUONO-SPIRIDIGLIOZI/ il maritoBenito e figli

Giuseppina  e  Antonio PACIFICO /  Maria Patuto

Stephen  HARTENSTEIN   / Maria Patuto

Genitori defunti di  Incoronata e  Michele PAOLOZZA

Defunti di famiglia Giorgio RAPONI

Defunti di famiglia  TERLINGO  e  BERTAGGIA

In onore di Sant’Antonio di Padova /  Maria Patuto

 

Lunedì  28 giugno:        S. Ireneo vesc.  e  m. 

Nessuna Messa

Martedì 29 giugno:        Ss. Pietro e Paolo ap.

8:30     Antonio TOMEI  / la figlia Gina

Mercoledì 30 giugno:     I Primi martiri della Santa Chiesa Romana

8:30     Armando e Antonietta FARINA  / il figlio Joe e famiglia                                                                                                                                                                                                                      Giovedì  1 luglio:                       Festa del Canada   

8:30     Genitori defunti di Giovanni SECONDO

Venerdì 2 luglio:          

8:30     Adorazione Eucharistica

9:00   Cesare COZZI  / la successione

Sabato 3 luglio:       S. Tommaso ap.     

8:30     Armando e Antonietta FARINA  / il figlio Joe e famiglia

 DOMENICA  4  LUGLIO  2021   

QUATTORDICESIMO DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

10:00    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Alda e Vittorio DEVITO /Lidia e Giorgio Andreani

Stephen  HARTENSTEIN   / Maria Patuto

Anna CERILLI / Maria D’Iorio

Armando e Antonietta FARINA  / il figlio Joe e famiglia

Antonio NOCE  / la moglie Olga e figli

Maria BATTISTI  / la sorella Olga

Sorelle e Fratelli BATTISTI  / la sorella Olga

Defunti di tutti la famiglia Olga BATTISTI-NOCE

 

12:30   Battesimo di Tristano  Giuseppe  PIERRI,       

                                                                                        figlio di Cesare Pierri   e  Maria Dellerba

 

Colletta domenicale              Grazie  /  Thank  you

Il Signore è la forza del suo popolo e rifugio di salvezza per il suo Cristo.  Salva il tuo popolo, Signore,  benedici la tua eredità, e sii la sua guida per sempre.  (Sal 28,8-9)

VITA  PASTORALE

MESSE:  Se desidera aggiungere un’intenzione di messa durante queste settimane, si prega di chiamare l’ufficio,  la segretaria sarà lieto di assistervi.  Grazie

Istruzioni sanitarie per il periodo estivo (al 28 giugno)

Tutte le regioni della nostra diocesi si trasferiranno nella zona verde il 28 giugno. Per i luoghi di culto, il numero limite di partecipanti sarà il seguente: un massimo di 250 partecipanti alle messe della comunità, la domenica o nei giorni feriali;

 

SANTI PIETRO E PAOLO APOSTOLI

 

Due apostoli e due personaggi diversi, ma entrambi fondamentali per la storia della Chiesa del primo secolo così come nella costruzione di quelle radici dalle quali si alimenta continuamente la fede cristiana.  Pietro, nata a Betsaida in Galilea, era un pescatore e Cafarnao.  Fratello di Andrea, divenne apostolo di Gesù dopo che questi lo chiamò presso il lago di Galilea e dopo aver assistito alla pesca miracolosa.  Da sempre tra i discepoli più vicini a Gesù fu l’unico, insieme al cosiddetto «discepolo prediletto»,  a seguire Gesù presso la casa del sommo sacerdote Caifa, fu costretto anch’egli alla fuga dopo aver rinnegato tre volte il maestro, come questi aveva già predetto.  Ma Pietro ricevette dallo stesso Risorto il mandato a fare da guida alla comunità dei discepoli.  Morì tra il 64 e il 67 durante la persecuzione anticristiana di Nerone.   

San Paolo, invece, era originario di Tarso : prima persecutore dei cristiani, incontrò il Risorto sulla via tra Gerusalemme e Damasco.  Baluardo dell’evangelizzazione dei popoli pagani nel Mediterraneo morì anch’egli a Roma tra il 64 e il 67.

 

SAN TOMMASO

Certamente è avvenuta la stessa cosa per i discepoli quando improvvisamente è apparso Gesù in mezzo a loro e hanno detto : «Vedete, sono io».  Nell’istante stesso in cui si è mostrato a loro, la loro paura si è trasformata.  Capisco che Tommaso si sia mostrato tanto riluttante quando gli hanno detto: « Abbiamo visto il Signore».  Probabilmente non era così poco credente come sembra a prima vista.  Forse aveva vagato per la strada senza sapere cosa fare, con una grande tristezza in fondo al cuore a causa degli avvenimenti recenti.  Ed ecco che gli altri gli dicono : « Abbiamo visto il Signore e mangiato con lui».  Sentiamo che Tommaso vorrebbe vedere di persona cosa ancora più grandi.  Gesù avvicina Tommaso con molta tenerezza.  Tommaso può mettere la mano sulle sue ferite.  Potrebbe capitare anche a noi, che abbiamo tutti un Tommaso in noi.  Perché non siamo forse Tommaso quanto diciamo:« se non vediamo, non crediamo»? Gesù dice a Tommaso : «Vieni, puoi toccarmi». E poiché Gesù è così vicino a Tommaso e gli manifesta una tale tenerezza, egli non può che gridare, sconvolto : «Moi Signore e moi Dio!».

Se capitasse a qualcuno tra noi di sentire il tenero amore e la presenza di Gesù, allora anche noi potremmo incontrarlo.

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *