Bollettino del 5 gennaio 2020

EPIFANIA DEL SIGNORE:    DOMENICA 5 GENNAIO 2020

10:00    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Angelo BRACA /la  moglie Lucia e figlie 

 Lunedì 6 gennaio:   S.Andrea Bessette    

NESSUNA MESSA

Martedì 7 gennaio:   S. Raymonde de Penafort

19:30   Angelo MANCINI /la moglie e famiglia

Mercoledì 8 gennaio      

Nessuna Messa

Giovedì 9 gennaio:            

19:30   Michele DI PASQUALE  / colletta speciale

Carmela e Alfonzo Fabiello  / nipota Anasilia

Venerdì 10 gennaio            

8:30   Armando e Antonietta FARINA /il figlio Jo e famiglia

9:00    Adorazione Eucharistico

 

 BATTESIMO DEL SIGNORE:   DOMENICA 12 GENNAIO 2020

10:00    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Anna e Raffaele DI PANCRAZIO /la  nuora Relda

 Colletta Domenicale:

Gennaio:  Grazie. Thank you   Nel quieto silenzio che avvolgeva ogni cosa, mentre la notte giungeva a metà del suo corso, il tuo Verbo onnipotente, o Signore, è sceso dal cielo, dal trono regale. (cf. Sap 18,14-15)

 VITA PASTORALE    

5 gennaio:    Catechism lessons resume at 9:00am

20 gennaio:    Wardens meeting at 3:00pm

 

canto:  SHALOM, SHALOM

Shalom, Shalom,

Ai popli fratelli d’ogni lingua

La primavera della storia del mondo

E fiorita in Gerusalemme

Shalom, Shalom, Shalom.

 

Commento su   Mt 2,13-15.19-23        Siamo venuti dall’oriente per adorare il re

 Una stella ha guidato i Magi fino a Betlemme perché là scoprissero “il re dei Giudei che è nato” e lo adorassero.
Matteo aggiunge nel suo Vangelo: “Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono”.
Il viaggio dall’Oriente, la ricerca, la stella apparsa ai Magi, la vista del Salvatore e la sua adorazione costituiscono le tappe che i popoli e gli individui dovevano percorrere nel loro andare incontro al Salvatore del mondo. La luce e il suo richiamo non sono cose passate, poiché ad esse si richiama la storia della fede di ognuno di noi.
Perché potessero provare la gioia del vedere Cristo, dell’adorarlo e dell’offrirgli i loro doni, i Magi sono passati per situazioni in cui hanno dovuto sempre chiedere, sempre seguire il segno inviato loro da Dio.
La fermezza, la costanza, soprattutto nella fede, è impossibile senza sacrifici, ma è proprio da qui che nasce la gioia indicibile della contemplazione di Dio che si rivela a noi, così come la gioia di dare o di darsi a Dio. “Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia”.   Noi possiamo vedere la stella nella dottrina e nei sacramenti della Chiesa, nei segni dei tempi, nelle parole sagge e nei buoni consigli che, insieme, costituiscono la risposta alle nostre domande sulla salvezza e sul Salvatore.
Rallegriamoci, anche noi, per il fatto che Dio, vegliando sempre, nella sua misericordia, su chi cammina guidato da una stella ci rivela in tanti modi la vera luce,
il Cristo, il Re Salvatore.

EPIPHANY OF THE LORD  Novalis 2020, Patrick m. Doyle (Carleton Place, ON)

Don’t tell me you love me, show me !  Give me a sign.

When we fall in love with someone, we look for signs that they love us too.  We want to show them our love.  We shower them with gifts as tokens of our love.  We also want it to be reciprocal, a two-way street.  That is human nature.       The ancient world placed a lot of emphasis on signs.  Sometimes they trusted signs more than the written or spoken words.  The scriptures contain many passages about signs.  Today’s Gospel is full of signs and tokens of love.  It is also a love story.  In the Gospel we see King Herold and astrologers, people whose function is to interpret signs, looking for signs in the stars of the promised Messiah.  Herod sends the astrologers to follow a star and when they do, they find the baby Jesus.  Recognizing the fulfillment of God’s promise, they are filled with love and shower Jesus with signs of that love in the form of precious gifts of gold, frankincense and myrrh.

Yet the greatest love story is the baby the wise men found.  This child is none other than God’s only son, the promised Messiah, the light to guide all the humankind out of darkness.  What greater sign of love could God give to the world?  Salvation through his own son!

Song:  WHAT CHILD IS THIS

What Child is this, who laid to rest,  On Mary’s lap is sleeping?

Whom angels greet with anthems sweet, While shepherds watch are keeping?  Refrain:

Refrain:   This, this is Christ the King, Whom shepherds guard and angels sing:

Haste, haste to bring Him laud, The Babe, the Son of Mary!

So bring Him incense, gold and myrrh,  Come peasant, King to own Him;

The King of Kings, salvation brings,  Let loving hearts enthrone Him.  Refrain:

Raise, raise, the song on high,  The Virgin sings her lullaby:

Joy, joy for Christ is born,  The Babe, the Son of Mary  Refrain:

song:   FELIZ NAVIDAD

Feliz Navidad!  Feliz Navidad!  Feliz Navidad Prospero Ano y Felicidad. (2X)

I wanna wish you a Merry Christmas (3X)  From the bottom of my heart.

 

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *