EPIFANIA DEL SIGNORE

 

DOMENICA 8 GENNAIO   2023

10:30    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Bambina PATUTO / la figlia Carmela C.

Rosaria PATRIZI (Primo anniversario)/ la figlia Angela.N.

Armando e Antonietta FARINA /i figlio Joe e famiglia

Angelo BRACA / la moglie Lucia

Carmine & Immacolata CIRCELLI / Amelia e Michele Pacifico

Defunti della famiglia BRACA  / Lucia B.

Franco LARIVERA  / colletta funerale

CESARE COZZI / la successione

Leonardo DE SANTIS  / la colletta funerale

Licia BIELLO-MARCOGLIESE / la colletta funerale

 

Lundì 9 gennaio 2023    Battesimo di Gesù                

Nessuna messa

 

Martedì 10 gennaio 2023         

19:30   Pro-popolo

 

Mercoledì 11 gennaio 2023         

8:30     S. Messa, Armando e Antonietta FARINA

                                                                    / il figlio Joe e famiglia

 

Giovedì 12 gennaio 2023          S.Marguerite Bourgeoys

8:30      Alfonso BRACCI / la moglie Adelia e amici

 

Venerdì 13 gennaio 2023:         S.Ilario vesc.

8:30     Adorazione Eucharistica 

9:00     Liturgia della Parole

 

Sabato 14 gennaio 2023:                                Nessuna Messa

10:00    Funerale +Giuseppe POLVERARI

 

Seconda Domenica del Tempo Ordinario

DOMENICA 15 GENNAIO   2023

10:30    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Francesco e Annamatteo PACIFICO / Michele e Amelia Pacifico

Genitori defunti di Incoronata e Michele PAOLOZZA

 

Vita Pastorale:       

Registro di messe 2023:      Libero delle S. Messe e aperto

Si prega di chiamare l’ufficio per registrare le vostre intenzione di messe.

Attenzione:    Dal mese di Aprile 2023 (dopo la Santa Pasqua) Messe comunitarie sarano spostato il Martedì e Giovedì sera alle ore 19:30.  La Domenica sarà pro Popolo.

Battesimo del Signore  (A)

 

«Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare»            Testo del Vangelo (Mt 3,13-17): 

 

Oggi, contempliamo il Messia –l’Unto- nel Giordano «per essere battezzato» (Mt 3,13) da Giovanni. E vediamo Gesù segnalato per la presenza, in modo visibile, dallo Spirito Santo ed in forma udibile dal Padre, il quale dichiara di Gesù; «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento» (Mt 3,17). Ecco quì un motivo meraviglioso e, allo stesso tempo, motivante per vivere una vita: essere soggetto ed oggetto della compiacenza del Padre celeste. Compiacere al Padre!

In un certo modo l’abbiamo già chiesto nella `preghiera colletta´della messa di oggi: «Dio onnipotente ed eterno (…), concedi ai tuoi figli adottivi, nati dall’acqua e dallo Spirito Santo, menare sempre una vita che ti sia grata». Dio che è Padre infinitamente buono, sempre ci “vuol bene”. Ma, glieLo permettiamo? Siamo degni di questa benevolenza divina? Corrispondiamo a questa benevolenza?

Per essere degni di questa benevolenza e gentilezza divina, Cristo ha dato all’acqua una forza rigeneratrice e purificatrice, in tal modo che, quando veniamo battezzati, cominciamo ad essere veramente figli di Dio. Qualcuno, forse, domanderà: `Perché volle essere battezzato, se era santo?´ «Ascoltami! Cristo si fa battezzare, non affinché le acque Lo santifichino, ma perché Lui purifichi queste» (San Massimo di Torino).
Tutto questo, -senza meritarlo- ci colloca ad un livello di connaturalità con la divinità. Ma non ci basta questa prima rigenerazione: dobbiamo rivivere in qualche modo il Battesimo mediante una specie di continuo “secondo battesimo” che è la conversione. Parallelamente al `primo mistero luminoso´ del Rosario –il Battesimo di Gesù nel Giordano- ci conviene riflettere sull’esempio di Maria nel quarto dei misteri gaudiosi, la Purificazione. Ella, Immacolata, vergine pura, non ha inconvenienti ad assoggettarsi al processo di purificazione. Noi Le imploriamo la semplicità, la sincerità e l’umiltà che ci permetteranno di vivere costantemente la nostra purificazione quale “secondo battesimo”.

  1. Mussie Z.

 

BAPTISM OF THE LORD                 (Matthew 3:13-17)

Our faith embraces the tension of the hypostatic union – the fully divine and fully human nature of Jesus.  The Baptism of

the Lord is a profound instance of the revelation of the humanity of Jesus and his desire to draw close to us. John the Baptist baptized people “for repentance” (Matthew 3.11).  If Jesus is God, why would he need to be baptized for

the forgiveness of sins?  One possible answer is that Jesus was baptized to identify totally with us.  He is the only member of the human race that does not need forgiveness: however, in order to identify with us, he bumbled himself to undergo baptism.  He even identified with the effects of sin that we experience:  suffering and death.  I draw great comfort and hope from this episode in Matthew’s Gospel; Jesus is present in every experience of my life, even in my need for redemption and forgiveness.  His act of humility has increased my intimacy with him. 

Each time we gather for Mass, we bless ourselves with water from the baptismal font, (due to covid pandemic, it is not available) calling to mind our baptism and Christ’s.

Let this week’s Eucharist be an opportunity to give thanks that we have a Saviour who understands our humanity and the effect that sin has on it, even as God the Father calls him “my Son, the Beloved.”                                          Novalis

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *