VENTIQUATTRA DOMENICA NEL TEMPO ORDINARIO

DOMENICA 12 SETTEMBRE 2021    
10:30    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Antonia e Donato BERNARDELLI  /  la famiglia Antonio B.

Pasquale PATUTO /  la moglie Maria 

Michelina FRANCESCHINI-DI SANO /  il marito Quirino

Intenzione preghiere per Lidia e Normand

Per gli amalati Alzheimer /Tonia P.

In onore di San Domenico Savio / Incoronata e Michele Paolozza

Guarigione di Tony & Porzia / Elena Scalia

Guarigione di Santa e Michele / Elena Scalia

Guarigione di Franco e Monique / Elena Scalia

 

12:00   BATTESIMO

              Gianluca DOLCE,   Figlio di Mark Andrea Dolce  e  Jinny Guindon

 

15:00    S. Messa, Our Lady of Miracles  /   Associazione Portuguese

 

Lunedì  13 settembre :        S. Giovanni Crisostomo vesc.                              Nessuna Messa

Martedì 14 settembre:         Esaltazione della Santa Croce                          Nessuna Messa

Mercoledì 15 settembre:        B. Vergine Maria  Addolorata                        Nessuna Messa

Giovedì 16 settembre:        Ss. Cornelio e Cipriano mm                                Nessuna Messa

 Venerdì  17 settembre:       S. Roberto Bellarmino

8:30     Adorazione Eucharistica

9:00     la Celebrazione Della Parola con la distribuzione della Comunione

Sabato 18 settembre:                                                                                       Nessuna Messa

 

DOMENICA 19 SETTEMBRE 2021    
10:30    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Maria TRINCHINI  /  la cugina Dalida Silano

Francesca SILLA /  i figli 

Stan GORIUP /  Lidia e Giorgio Andreani

Isaura e Arduino  ANDREANI /  Lidia e Giorgio Andreani

Eva e Pasquale MUSINI / la figlia Relda Di Pancrazio

Giovanni PIETRANTONIO  /  la moglie Pina

Umberto e Lidia BATTISTELLI  /  la figlia Maria

Donatina e Michele D’ANDREA  /  i figli

Stanislao GORIUP (5.mo anniversario)  /  la moglie Maria e figli

Genitori defunti di Incoronata e Michele PAOLOZZA

 

Colletta domenicale

domenica 29 agosto 2021:     $219.00                                                   Tu sei giusto, o Signore, e retto nei tuoi giudizi: agisci con il tuo servo secondo il tuo amore. (Sal 118,137.124)

                                                                                                            Grazie / Thank you
 Vita Pastorale  

Nota   :           Il governo del Québec, d’intesa con la Direzione della sanità pubblica, annuncio che possiamo riunirci 250 partecipanti in chiesa, oltre a relatori liturgici e tecnici.

SETTEMBRE:                   Nessuna messa in settimana

Venerdì mattina:             Adorazione Eucharistica alle ore 8:30am

                                           Liturgia della parola e comunione alle ore 9am.

La domenica:    S. Messa sarà alle ore 10:30am

15 settembre:    Novena a Padre Pio alle ore 19 in chiesa fina al 23 settembre.

Club Age D’Or Savio:  È stato annunciato domenica scorsa che alcune attività sarebbero

                                       riprese al Club Âge d’Or Savio, tuttavia, a causa delle restrizioni

                                       governative, il club ha deciso di rimanere chiuso e riprenderà a

                                       gennaio 2022, o fino a nuovo avviso.    

Colletta Annuale:      Le buste per la raccolta fondi della {Collezione annuale} della 

                                       diocesi di Montreal sono messo all’ingresso della chiesa. Devi

                                       spedire la tua donazione direttamente all’indirizzo indicato sulla

                                       busta.

Preghiera alla Madonna Addolorata per chiedere una grande grazia. Settembre è da sempre il mese dedicato alla Madonna Addolorata, Nostra Signora dei Dolori, la Madre Dolorosa. Invochiamola con questa preghiera, certi che Lei ci aiuterà come solo una mamma può fare.

Con sincero pentimento vengo a te o Vergine madre dei dolori, sono sempre più indegno di stare alla tua presenza ma quando ricordo che tu sei la madre della Misericordia, il conforto degli affitti, la tesoriera della grazia divina, sento la fiducia rinascere nel mio cuore.  Oggi faccio ricorso a te, con tutto l’affetto della mia anima sperando di ottenere ciò che vengo a chiederti, un vero pentimento per i miei tanti peccati e per la mia grande ingratitudine e un profondo dispiacere per aver offeso il mio Gesù che non ha mai smesso di riempire me con favori e grazie da quando mi ha creato.  Ottieni per me, o tenera madre, che il mio dispiacere per aver perso la grazia divina possa essere come quello che tu hai sentito quando hai perso il tuo amato Figlio; trafiggi il mio cuore ingrato con quella stessa spada affilata che ha trafitto il tuo ai piedi della croce.  Imploro per me l’orrore al peccato, la consapevolezza del mio nulla affinché tu mi ottenga la grazia della perseveranza finale. Ricorda o mia adorata Madre che se ho queste grazie attraverso la tua intercessione, io qui sotto questa croce sarò tra i più fedeli al tuo amato figlio, dando così gioia al tuo cuore affinché io possa, un giorno, lodarlo e benedirlo accanto a te nel cielo.  

Vengo a chiederti un’ultima grazia o Madre morevole…..(chiedere la grazia che si necessita), in te spero, in te ho posto tutta la mia fiducia, in te ho posto il mio dolore, la mia vita e il mio cuore.

Madre che tutto puoi, prega per me povero peccatore.

 

 25 anni di sacerdozio per Padre Jean-Pierre Couturier,
sacerdote per la Diocesi di Montreal, dal 1996 al 2021

Nel 1989, al ritiro dell’inizio delle studiè del Grand-Séminaire de Montréal, Mons. Gilles Lussier, allora vescovo di Joliette, ci annunciò: « Signori, ordinati sacerdoti, sarete considerati giovani per molto tempo. » Certamente non eravamo in grado di apprezzare a pieno questa profezia. Eravamo allora 56 uomini, tra i 18 ei 55 anni, avevo, 35. Ordinato sacerdote nel 1996, a 42 anni, mi dicevo che avrei avuto almeno, con l’aiuto del Signore, un buon venticinque anni di servizio. Ed eccomi già! Gli ambienti di vita, le circostanze erano molto varie e hanno contribuito a farsi che il tempo scorresse molto velocemente. Ordinato a Saint-Joseph, nella città di Mount-Royal, avevo già all’inizio una guida affidabile nella persona di padre Christian Lépine, lo stesso che divenne arcivescovo di Montreal, successore del cardinale Jean-Claude Turcotte che mi ordinò, il 6 settembre. Dopo un anno, la Cattedrale di Montreal mi ricevette come vicario. Per me è stato un ritorno alla culla della mia vocazione poiché sono stato cantore-animatore dal 1975 fino alla mia entrata in Seminario. Ho avuto la fortuna di preparare lì il Grande Giubileo dell’anno duemila, giubileo che ha dato a San Giovanni Paolo II di compiere la sua missione di guidare l’umanità verso il terzo millennio del cristianesimo. Vicario di Mons. Pierre Saint-Cyr, allora parroco, avevo piena libertà perché spesso, quando mi rivolgevo a lui per una richiesta, mi rispondeva di usare il mio giudizio e che aveva fiducia in me.  Otto anni dopo, ricevetti la mia prima nomina di parroco a Sainte-Angèle, parrocchia fondata nel 1964 e la cui modernissima chiesa faceva da centro culturale agli inizi, prima della costruzione del Centro Leonardo da Vinci. E là che ho potuto servire in italiano, insieme al francese.    

Sembra che ogni passo ne prepari un altro e che il Signore usi tutto. Quest’anno ho avuto il tempo di vivere una pandemia, accompagnato dalla presenza del mio assistente, Padre Donbosco Mawdsley, sma, poi l’anno successivo mi stacco da lui, come primo passo in preparazione alla sua partenza per una missione più adattata alle sue qualità come responsabile della Missione Madre dei Cristiani.

Spesso i cambiamenti sono duri e non capiamo bene il perché. Il sacerdote deve vivere ciò che insegna, abbandono alla divina provvidenza! Ho cercato a interpellare i giovani alla vocazione il più possibile ma fino ad oggi senza una risposta concreta al Signore da parte loro.

L’ultima notizia è dura: nessun sacerdote sta per arrivare né per qui a San Domenico Savio, né per Maria Ausiliatrice,. Inoltre, dobbiamo tutti cominciare a pregare il Signore che risvegli cuori generosi e che comincino a servirlo, corpo e anima. Infiamma i cuori di quanti lo cercano e per i quali ha una vocazione speciale. E, rassicurare, qualunque sia il nostro passato, il Signore usa tutto. Ed eccomi qui, come aveva predetto Mons. Lussier, ancora tra i giovani sacerdoti della diocesi a l’età di 67 anni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *