VENTISETTESIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

 

DOMENICA 3 OTTOBRE 2021    

10:30    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Pasquale PATUTO  /  la moglie Maria

Vittorio CANTALUPPI /  colletta funerale  

Donatina e Michele D’ANDREA /  i figli

Marco VELLONE /  Maria Patuto

Roberto TIRANARDI  (10.mo anniversario) /  la figlia Elena

Genitori defunti di Amelia e Michele PACIFICO

 19:00     Santo Rosario per la Madonna del Rosario

 

Lunedì  4 ottobre :                S. Francesco d’Assisi

19:00     Santo Rosario per la Madonna del Rosario                                    Nessuna Messa

Martedì 5 ottobre:                

19:00     Santo Rosario per la Madonna del Rosario                                     Nessuna Messa

Mercoledì 6 ottobre:    S. Bruno         

19:00     Santo Rosario per la Madonna del Rosario                                        Nessuna Messa

Giovedì 7 ottobre:        B. V.  Maria del Rosario

19:00     Santo Rosario per la Madonna del Rosario                                        Nessuna Messa

Venerdì 8 ottobre:               

8:30     Adorazione Eucharistica

9:00     la Celebrazione Della Parola con la distribuzione della Comunione

19:00     Santo Rosario per la Madonna del Rosario                                         Nessuna Messa

Sabato  9 ottobre:       s.Dionigi vesco e m., S. Giovanni Leonardi p.

19:00     Santo Rosario per la Madonna del Rosario                                        Nessuna Messa 

 

VENTOTTESIMA DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

DOMENICA 10 OTTOBRE 2021    

10:30    S. Messa con intenzioni comunitarie  

Michelina FRANCESCHINI-DI SANO  /  il marito Quirino

Vittorio CANTALUPPI / Diva Secondo 

Suora Giuliana ACETO /  Incoronata e Michele Paolozza

Pietro e Giuseppina CIRCELLI /  la cognata Carmela

Donato BERNARDELLI (10.mo anniversario) / la famiglia

 

19:00     Santo Rosario per la Madonna del Rosario                                        Nessuna Messa

  

Colletta domenicale 

26 settembre 2021:                   $302.25       « Tutte le cose sono in tuo potere e nessuno può opporsi alla tua volontà.  Tu hai fatto il cielo e la terra e tutte le meraviglie che si trovano sotto il firmamento:  tu sei il Signore di tutte le cose. (Cf. Est 4,17b-c)      Grazie / Thank you

Vita Pastorale  

Ottobre:            Il Santo Rosario sarà recitato ogni sera alle ore 19, nella nostra chiesa

5 ottobre:           Riunione fabbricieri alle ore 16.

 

Commento sul Mc 10,2-16                                

L’uomo non divida quello che Dio ha congiunto                                                                                                                                                                                                           la chiesa/liturgia

 Nel contesto della manifestazione del Figlio dell’uomo e dopo il secondo annuncio della passione, Marco espone – come complemento catechetico – l’insegnamento sulla indissolubilità del matrimonio, e i comportamenti richiesti per fare parte del regno di Dio.

Gesù cambia scena (Mc 10,1): va in Giudea. Espone con autorità messianica – non a un gruppo ma al popolo – l’indissolubilità del matrimonio come un principio universale. San Marco non entra nelle discussioni dei rabbini sulla legislazione del divorzio. Coglie con fedeltà le parole di Gesù, senza tener conto della clausola eccezionale trasmessa da (Mt 19,9). Marco, rivolgendosi a comunità di gentili, e andando al di là del mondo giudaico, ricorre alla Genesi (Gen 1,27 e 2,24): nell’unione indissolubile del matrimonio brillano, folgoranti, l’immagine e la somiglianza poste da Dio nell’uomo e nella donna. Gesù spiega e chiarisce la volontà del Creatore.

L’atteggiamento di Gesù con i bambini fa trasparire la fiducia con la quale bisogna ricevere Dio come Padre (Abbà), la protezione e la sicurezza della paternità divina. Alcune tradizioni patristiche hanno scoperto nell’atteggiamento di Gesù con i bambini un’allusione implicita al battesimo dei bambini.

Beata Maria Vergine del Rosario

La memoria del Rosario conduce il pensiero alle prime parole dell’Ave Maria: “Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te”, che ripetiamo tante volte quando preghiamo il Rosario. E un modo di metterci alla presenza di Maria e nello stesso tempo alla presenza del Signore, perché “il Signore è con lei”, di rimanere in maniera semplice con la Madonna, rivivendo con lei tutti i misteri della vita di Gesù, tutti i misteri della nostra salvezza.

Chiediamo alla Madonna di aiutarci a capire profondamente l’unità del mistero di Cristo, perché esso si possa attuare nei suoi diversi aspetti in tutti gli eventi della nostra vita.
Mi piace riportare, a proposito della preghiera del Rosario, un piccolo testo che trovai anni fa in una rivista benedettina: “Dì il tuo Rosario dice Dio e non fermarti ad ascoltare gli sciocchi che dicono che è una devozione sorpassata e destinata a morire. Io so che cos’è la pietà, nessuno può dire che non me ne intendo, e ti dico che il Rosario mi piace, quando è recitato bene. I Padre Nostro, le Avemarie, i misteri di mio Figlio che meditate, sono Io che ve li ho dati. Questa preghiera te lo dico io è come un raggio di Vangelo, nessuno me la cambierà. Il Rosario mi piace dice Dio semplice e umile, come furono mio Figlio e sua Madre…”.
Rinnoviamo, se è necessario, la nostra stima per il Rosario. Certo, bisogna pregarlo con rispetto, ed è meglio dirne due decine senza fretta che cinque di corsa. Ma detto con tranquillità è un modo di essere in compagnia di Maria alla presenza di Gesù.

Month of the Holy Rosary

(The Holy Rosary will be recited every evening at 7pm in our church)

The month of October (OverviewCalendar) is dedicated to the Holy Rosary. According to an account by fifteenth-century Dominican, Alan de la Roch, Mary appeared to St. Dominic in 1206 after he had been praying and doing severe penances because of his lack of success in combating the Albigensian heresy. Mary praised him for his valiant fight against the heretics and then gave him the Rosary as a mighty weapon, explained its uses and efficacy, and told him to preach it to others. “Since the prayers of the Rosary come from such excellent sources — from Our Lord Himself, from inspired Scripture, and from the Church — it is not surprising that the Rosary is so dear to our Blessed Mother and so powerful with heaven.

“Today, when dangers far greater than those of the ancient Turks threaten not only Christianity but all civilization, we are urged by our Blessed Mother to turn again to the Rosary for help. If men in sufficient numbers do this, and at the same time carry out the other conditions that she has laid down, we have the greater reason for confidence that we will be delivered from our dangers.” — Mary in our Life by Fr. William G. Most, The Catholic Culture

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *